Tè Verde: benefici salute | Proprietà Terapeutiche

Il Tè verde (o The Verde) Da parecchio tempo oramai si si parla non poco del Tè Verde, delle sue proprietà,

Leggi il seguito

Gelso, quali sono le proprietà terapeutiche, curative e benefiche

Gelso, il frutto dimenticato. Riferendosi ai gelsi, ispirandosi al titolo di un bel romanzo di alcuni anni fa, si potrebbe

Leggi il seguito

Monociti nel sangue. Quali sono i valori di riferimento

<!—->Cosa sono i monociti? Quali sono i valori di riferimento? E cosa significa se sono alti o bassi? Ecco alcune risposte alle vostre domande.<!—->

Monociti: di cosa si tratta esattamente? I monociti sono sostanzialmente dei leucociti (ovvero dei globuli bianchi) più grandi rispetto al normale (del diametro di 12-18 µm). Essi vengono prodotti dal midollo osseo, e attraverso il sangue vengono trasportati nei tessuti dove svolgono la funzione di pulizia di sostanze potenzialmente tossiche e dannose per il nostro organismo. Per questa ragione vengono definiti anche “spazzini”. La loro permanenza nel sangue è dunque piuttosto breve. Per questa loro caratteristica, essi non sono molto abbondanti nel liquido ematico, dove rappresentano in media il 2-12% del numero totale dei globuli bianchi.

Se però il livello di monociti nel sangue aumenta considerevolmente (in questo caso si parla di monocitosi), è probabile che ci si trovi di fronte ad una serie di malattie infettive (come ad esempio febbre tifoide, endocardite batterica subacuta, tubercolosi, malaria, sifilide…), o che si stia attraversando un periodo di convalescenza da infezioni acute. Altre cause legate ad un eventuale aumento dei monociti potrebbero essere la brucellosi, la presenza di malattie ematologiche, gastrointestinali (ad esempio colite ulcerosa), malattie del collagene, morbo di Crohn, sarcoidosi,

Un eventuale abbassamento del livello di monociti nel sangue (un caso piuttosto raro secondo gli esperti) potrebbe invece essere collegato all’insorgenza di infezioni acute, anemie, leucemie acute oppure di una ridotta funzionalità del midollo osseo.

via | MyPersonalTrainer
Foto | da Pinterest di Amanda

Cosa sono i monociti e quali sono i valori di riferimento nel sangue é stato pubblicato su Benessereblog.it alle 19:00 di lunedì 29 aprile 2013. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.


Leggi il seguito

Cellule epiteliali nelle urine, quando bisogna preoccuparsi?

<!—->Cosa sono le cellule epiteliali? Perché l’esame delle urine potrebbe individuarle al loro interno? Ecco tutte le risposte a queste importanti domande.<!—->

Le cellule epiteliali possono essere presenti nelle urine per un normale ricambio delle cellule. Quindi nella maggior parte dei casi possiamo stare tranquilli nel caso gli esami delle urine abbiamo riscontrato tali sostanze all’interno del campione consegnato. Ma non sempre è così: in base al tipo di cellula epiteliale che è stata ritrovata nelle urine possiamo stare tranquilli oppure approfondire lo studio di tale presenza, per capire cosa c’è che non va nel nostro organismo.

Le cellule epiteliali, infatti, possono essere squamose e provenire dall’uretra, dalla vagina e dai genitali esterni, transizionali e provenire dalla pelvi e dall’uretra, renali, provenendo dai tubuli renali, e neoplastiche.

Il valore normale di riferimento delle cellule epiteliali nelle urine è compreso tra 0 e 20 unità: un valore più alto indica una patologia in corso e può essere accompagnato da un innalzamento dei leucociti (e quindi di una infezione del tratto urinario), da una presenza di globuli rossi nelle urine (che indica un’infezione come la cistite emorragica) o dalla presenza di batteri, che indicano, ovviamente, infezioni.

Le cellule epiteliali aumentano nelle urine in caso di infezioni, tumori, patologie del rene, esami che usano una sonda, traumi alle basse vie urinarie, ma anche in caso di gravidanza. Per questo motivo è molto importante individuare quale tipo di cellula epiteliale è presente nelle urine, per poter capire da dove arriva e stabilire la patologia che potrebbe fare riferimento a questo aumento dei normali livelli.

Via | Medicina360

Foto | da Flickr di fickleandfreckled

Cellule epiteliali nelle urine, quando bisogna preoccuparsi? é stato pubblicato su Benessereblog.it alle 11:00 di lunedì 29 aprile 2013. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.


Leggi il seguito

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi