Smaltimento amianto, perchè è obbligatorio e cosa comporta per la salute

smaltimento-eternit-fai-da-te-2-gli-indumenti-500x287

Il tema della salute, soprattutto in tempi recenti, è sempre più centrale nella vita dell’uomo, a causa dell’aumento di diagnosi infauste e negative. Questi risultati sono dovuti, ma non solo, all’utilizzo di alcuni materiali che un tempo si credevano innocui, ma che, con il passare degli anni, si è scoperto essere nocivi e letali. Stiamo parlando, come è abbastanza intuibile, dell’amianto. Nei paragrafi successivi verrà spiegato che cos’è l’amianto, perché è obbligatorio lo smaltimento dell’amianto e quali sono i rischi per la salute dell’uomo.

Amianto: una fibra nociva

L’amianto (o asbesto) è una fibra composta da una serie di minerali silicati. Grazie alle sue proprietà ignifughe, specie negli anni ’80, quando non si conoscevano i rischi per la salute, veniva ampiamente utilizzato come isolante. Un esempio di ciò lo si può riscontrare nelle tute dei vigili del fuoco e nel rivestimento di alcuni boiler. Le fibre di amianto, però, se respirate, possono provocare una grave malattia mortale, denominata “asbestosi”, che può causare il tumore della pleura o il carcinoma polmonare. Per tale motivazione, l’amianto è stato vietato in Italia e le sue fibre devono essere necessariamente smaltite.

Lo smaltimento dell’amianto

Lo smaltimento dell’amianto, a seguito della legge n.257 del 1992, è obbligatorio. Inoltre, a causa del suo utilizzo negli anni precedenti, sono stati erogati alcuni fondi pensionistici per le persone che erano state esposte a tale materiale, compresa un’assistenza sanitaria per la valutazione del rischio. Lo smaltimento dell’amianto può avvenire tramite tre diverse procedure: l’estinzione, l’incapsulamento e il confinamento. La prima prevede l’eliminazione diretta dell’oggetto o del fabbricato a rischio; la seconda, invece, consiste nel ricoprire il materiale nocivo con delle sostanze coprenti ed isolanti; la terza, infine, consiste nell’installazione di barriere che isolano completamente il materiale inquinante.

Share this post:

Related Posts

Leave a Comment