Nuove ricerche hanno dimostrato l’accuratezza diagnostica di Access hsTnI di Beckman Coulter nell’escludere con certezza la sindrome coronarica acuta in 2 ore

BREA, California, 25 luglio 2018 /PRNewswire/ — Un recente articolo pubblicato sugli Annals of Emergency Medicine ha evidenziato l’accuratezza diagnostica del nuovo dosaggio Access hsTnI di Beckman Coulter, che consente la gestione più rapida in PS dei pazienti che presentano sintomi riconducibili a una sospetta sindrome coronarica acuta (SCA).1 Il gruppo di esperti ha confermato che l’uso dei risultati Access hsTnI in serie (a 0 e 2 ore), associato all’anamnesi clinica e ai risultati dell’ECG raccolti in cinque percorsi diagnostici accelerati, può consentire la dimissione in sicurezza di un terzo dei pazienti in pronto soccorso, senza eseguire ulteriori test sfruttando i nuovi percorsi Vancouver Chest Pain e No Objective Testing. In questo modo, più della metà dei pazienti in PS può essere indirizzata ai percorsi diagnostici EDACS, m-ADAPT e HEART per l’esecuzione di test obiettivi.

Nel 2015, la European Society of Cardiology (Società Europea di Cardiologia) ha pubblicato le nuove linee guida cliniche per la gestione della SCA nei pazienti senza innalzamento del tratto ST.2 Il protocollo di esclusione in 2 ore, valutato per la prima volta dallo stesso gruppo di esperti, è stato raccomandato dalle linee guida ESC 2015 per l’esclusione rapida, che hanno riconosciuto l’efficacia della combinazione tra punteggio di rischio e risultati ECG e hsTnI. Lo studio ha confermato le prestazioni cliniche del dosaggio Access hsTnI nei percorsi diagnostici in 2 ore esistenti per i pazienti con sospetta SCA utilizzando il limite superiore di normalità del 99° percentile di Access hsTnI del foglietto illustrativo del dosaggio di Beckman Coulter come valore di cut off clinico secondo le linee guida internazionali.2,3

‘I dosaggi ad alta sensibilità come Access hsTnI di Beckman Coulter permettono ai medici del pronto soccorso di apportare significativi cambiamenti alle procedure di valutazione per i pazienti con sospetta SCA. I benefici legati all’uso di questo nuovo dosaggio per le cure cliniche si realizzano adottando protocolli diagnostici accelerati convalidati, che migliorano senza alcun rischio il trattamento clinico’, afferma Louise Cullen, MBBS, medico di pronto soccorso e principale ricercatrice associata nei trial ASPECT e ADAPT di Brisbane, Australia.

Informazioni sullo studio
I ricercatori del Royal Brisbane and Women’s Hospital hanno messo a confronto cinque percorsi diagnostici accelerati utilizzando i dati paziente appartenenti alla coorte australiana dello studio ADAPT e alla valutazione migliorata del trial per dolore toracico. Il dosaggio Access hsTnI è stato misurato in più di 1.800 pazienti con presentazione e campioni di sangue in 2 ore. La coorte di pazienti idonea è di giovane età, con bassa prevalenza di infarto acuto del miocardio (IMA, 5,3%) e SCA (7,7%).

Lo studio ha confermato che il dosaggio Access hsTnI, utilizzato nei percorsi diagnostici accelerati, garantisce una sensibilità simile ai dosaggi ad alta sensibilità analizzati in precedenza. I risultati mostrano che i nuovi percorsi Vancouver Chest Pain e No Objective Testing sono in grado di escludere in sicurezza i pazienti a basso rischio di SCA (rispettivamente 28,2% e 34,5%) entro due ore, se utilizzati in combinazione con il dosaggio Access hsTnI. Nei 30 giorni di follow-up, non sono stati rilevati casi di IMA in questi pazienti a basso rischio. L’uso di valori di cut off specifici per sesso ha avuto effetti marginali sui risultati.

La SCA ha importanti ricadute sui sistemi sanitari di molti paesi. Si stima che su più di 5,5 milioni di persone che si presentano ogni anno al pronto soccorso lamentando dolori toracici, solo il 13% riceva una diagnosi finale di SCA. Questo studio suggerisce di aggiungere il dosaggio Access hsTnI ai percorsi diagnostici esistenti per migliorare l’uso delle risorse durante le valutazioni dei dolori toracici.

Informazioni su Access hsTnI di Beckman Coulter
L’utilità clinica della troponina cardiaca è in continua evoluzione, e i relativi test raggiungono una sempre maggiore sensibilità. Beckman Coulter si impegna costantemente per rispondere ad esigenze cliniche in continua evoluzione, con l’obiettivo di aumentare l’efficacia del triage nei reparti di pronto soccorso. Il nuovo dosaggio Access hsTnI è stato messo a punto per facilitare la diagnosi dei pazienti IMA utilizzando i cut off stabiliti per il 99° percentile, così come stabilito dai regolamenti e dalle linee guida locali.

‘Questo nuovo studio fornisce una conferma indipendente dei risultati ottenuti durante i nostri trial clinici sul dosaggio Access hsTnI. Ora i medici possono interpretare con maggior sicurezza i bassi livelli di troponina in lassi di tempo molto brevi, anche due ore. Si trovano così nella condizione di prendere decisioni più accurate sapendo se si è verificato o meno un infarto del miocardio, soprattutto in presenza di bassi livelli di troponina’, spiega Michael Samoszuk, M.D., Chief Medical Officer di Beckman Coulter.

Informazioni su Beckman Coulter
Beckman Coulter Diagnostics aiuta i professionisti sanitari e di laboratorio a fornire cure migliori ai pazienti mettendo a loro disposizione informazioni diagnostiche accurate di cui hanno bisogno, quando ne hanno bisogno. Con alle spalle un’esperienza di oltre 80 anni, Beckman Coulter è un partner affidabile per le organizzazioni sanitarie. Ospedali, laboratori e altre importanti strutture sanitarie di tutto il mondo si affidano ai nostri strumenti scalabili, ai test diagnostici completi e ai servizi di gestione aziendale che noi siamo in grado di offrire. Condividiamo con i nostri clienti la missione di raggiungere livelli di assistenza per i pazienti sempre migliori e di maggiore qualità, perché crediamo che quando si migliorano efficienza e risultati clinici, tutto va a vantaggio dei pazienti e del progresso della sanità.

Bibliografia

  1. Greenslade JH, et al. Diagnostic Accuracy of a New High-Sensitivity Troponin I Assay and Five Accelerated Diagnostic Pathways for Ruling Out Acute Myocardial Infarction and Acute Coronary Syndrome. Ann Emerg Med, April 2018; Vol 71, Issue 4, Pg. 439–451
  2. Roffi M, et al. 2015 ESC guidelines for the management of acute coronary syndromes in patients presenting without persistent ST-segment elevation. Eur Heart J 2015; 14;37(3):267–315.
  3. Thygesen K, et al. Third universal definition of myocardial infarction. Eur Heart J 2012; 33:2551–567.

Press release distribution for outside United States (OUS) only.

© 2018 Beckman Coulter. Tutti i diritti riservati. Beckman Coulter, il logo stilizzato ed i marchi commerciali dei prodotti e servizi di Beckman Coulter menzionati qui, sono marchi commerciali o marchi commerciali registrati di Beckman Coulter, Inc., negli Stati Uniti e in altri paesi.

 

Logo – https://mma.prnewswire.com/media/525815/Beckman_Coulter_Logo.jpg

 

Il primo studio volto a convalidare le prestazioni cliniche di Access hsTnI in cinque percorsi diagnostici accelerati stabiliti per la valutazione in 2 ore di pazienti con sintomi che suggeriscono la presenza di SCA

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi