Attestato di certificazione energetica: la situazione delle case italiane.

Attestato di certificazione energetica: la situazione delle case italiane.

L'attestato di certificazione energetica (APE) è l'obbligo di certificazione energetica per gli edifici subentrato a partire dal 2013. Questa certificazione viene espressa attraverso una scala di valori che va da un minimo rappresentato dalla classificazione G fino ad un massimo di efficienza rappresentato dalla classe energetica A. Le abitazioni caratterizzate da una classe energetica A si distinguono per un minimo ricorso alle fonti energetiche in particolare quelle legate a riscaldamento e climatizzazione.

Negli ultimi anni al fine di ridurre gli sprechi rendendo gli edifici più efficienti quanto ad isolamento termico e prestazioni energetiche. Nonostante questo lo stato delle case italiane italiane è ancora sconfortante a riguardo. Le classi energetiche più alte avvero la A+, la A e la B rappresentano sono una piccola parte degli immobili soggetti a compravendita. Come dire che gli edifici caratterizzati da una classe energetica scadente sono ancora troppo bassi. Il 75% dei monolocali ha una classe energetica A, classe che scende al 57% quando consideriamo. Bisogna anche ricordare che tendenzialmente le case italiane hanno più di 40 anni, ed all'epoca la questione dell'efficienza energetica non si poneva mentre ad oggi è particolarmente sentita soprattutto da architetti e costruttori.

Spesso l'APE non viene ben compresa soprattutto non ne viene intesa l'importanza, mentre viene percepita piuttosto come un'ulteriore onere che grava sulle spalle di chi vende o acquista un immobile. Maggiori incentivi a riguardo potrebbero migliorare la percezione della normativa. Ne è una prova il fatto che il 54% dei privati che acquistano un immobile non è in grado di comprendere le prestazioni energetiche dell'immobile che sta andando a comprare. Percentuale che sale al 64% quando, all'opposto, si va a vendere una casa.

Attualmente la percentuale di edifici italiani con una classe energetica compresa tra l'A+ e la B oscilla tra il 13 ed il 7%.

Chi invece sta pensando di costruire da zero la propria casa troverà un'ottima risorsa nel cemento armato. L'azienda ABC Costruzioni che si occupa di realizzare case prefabbricate in Friuli realizzate con questo materiale, garantisce per le proprie abitazioni una classe energetica pari ad A4+ attualmente la più alta disponibile. Questo perchè il cemento armato evita le dispersioni di calori, i ponti termici, l'umidità e le muffe e garantisce ambienti più asciutti e salubri. Il cemento armato è perfetto per le nuove abitazione ma risulta molto valido anche per ampliamenti e ristrutturazioni, ed anche in questo caso le prestazioni termiche garantite sono ottime. Il cemento armato inoltre è un materiale molto resistente, che non perde valore nel tempo e dalla forte resistenza antisismica.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi