Come organizzare un matrimonio biologico in Friuli

Da nord a sud, da est ad ovest sono sempre di più gli italiani che decidono di vivere secondo un’ottica green, ovvero secondo uno stile di vita rispettoso della natura e delle sue risorse. Non mancano quindi coloro che decidono di organizzare anche le proprie nozze secondo le principali linee guida dalla biocompatibilità. In questo articolo ci concentreremo sugli sposi del Friuli ed insieme al fotografo di matrimoni a Udine Mayda Mason vedremo come organizzare un perfetto matrimonio biologico nella regione friulana.

Esistono tre regole generali per ottenre un matrimonio biologico. I dettagli del vostro matrimonio dovranno essere: locali, stagionali e fatti a mano.

Potete prima di tutto cercare di organizzare il banchetto il più vicino possibile al luogo della cerimonia. Questo per evitare lunghi spostamenti in auto e di conseguenza emissioni di Co2. Dopo di che la parola d’ordine per la definizione del menu è “locale e stagionale”. Utilizzate solo prodotti friulani e di stagione avendo però anche un occhio di riguardo alle esigenze alimentari di vegani, vegetariani e celiaci.

Per gli addobbi floreali scegliete rigorosamente fiori di stagione meglio ancora se coltivati in loco. La natura vi ringrazierà ma anche il portafoglio.

Un altro modo per risparmiare utilizzando materiali riciclati è quello di realizzare da soli molti elementi del vostro matrimonio. Potete realizzare da sole il tableau de marriage, gli accessori per il photobooth, le decorazioni per il centro tavola. Per quanto riguarda gli elementi strettamente femminili potete anche realizzare da sole il vostro make up nuziale senza la necessità di far muovere una truccatrice professionista.

Per le bomboniere, invece di optare per uno stantio soprammobile che immancabilmente finirà per essere dimenticato su qualche scaffala insieme a mille altre cianfrusaglie, perché non optare per una bomboniera alimentare donando ai vostri ospiti una gustoso ricordo del vostro matrimonio. Potreste scegliere tra marmellate, miele o un buon vino rigorosamente biologico.

 

Share this post:

Recent Posts

Leave a Comment